Posts contrassegnato dai tag ‘iPhone’


PriorityHub è un tweak per iOS 7 che porta un’utilissima funzione di Blackberry 10, ovvero questo tweak organizzerà/suddividerà le notifiche per applicazione, nella LosckScreen appariranno le icone delle app con delle notifiche e premendo su di essere potrete vedere le notifiche relative alle app.

(altro…)


Come saprete, ora che iOS 6.1 è finalmente disponibile pubblicamente, il nuovo team di hacker capitanato da Pod2G e MuscleNerd ha annunciato che il rilascio del jailbreak untethered di questo firmware avverrà molto presto, forse già domenica. In questo articolo andiamo quindi a spiegarvi quali sono le operazioni preliminari da eseguire, magari già ora, in vista dell’esecuzione del jailbreak untethered di iOS 6.1 sui vostri dispositivi.

(altro…)


Come saprete, gli hacker del Dev-Team e del Chronic-Dev Team sono da tempo al lavoro sul jailbreak untethered di iOS 6.0 e di iOS 6.0.1 e, salvo complicazioni, anche dell’ultimo iOS 6.0.2. Ma data l’assenza di nuove funzionalità e, appunto, l’assenza di certezze riguardo alla compatibilità del prossimo jailbreak con l’ultimissimo firmware pubblico per iPhone 5, MuscleNerd ha invitato gli utenti interessati all’installazione di Cydia a non aggiornare all’ultima versione del software di sistema.

Schermata 2012-12-20 alle 16.53.27

Molto probabilmente non sarà iOS 6.0.2 ad impedire il rilascio del jailbreak untethered di iOS 6, ma per il momento MuscleNerd consiglia di non aggiornare il proprio iPhone 5 o iPad mini a questa versione del software di sistema. Il motivo? Molto semplice. Gli hacker dei diversi team sono al lavoro ormai da mesi sul jailbreak untethered del firmware 6.0 e 6.0.1 e, pur vi siano ottimi presupposti per il funzionamento degli exploits anche su iOS 6.0.2, in attesa del rilascio pubblico dei nuovi tool si consiglia di rimanere lontani da iOS 6.0.2.

Questo discorso non vale, ovviamente, per coloro a cui non interessa il jailbreak e che non avrebbero quindi nessun beneficio nel restare ancorati ad una versione precedente di iOS. In ogni caso, come confermato sempre su Twitter da Comex, sarà ben difficile che il nuovo jailbreak untethered non supporti anche iOS 6.0.2, ma dato che l’attesa potrebbe essere vicina alla sua conclusione, aspettare ancora qualche settimana con iOS 6.0 o iOS 6.0.1 non costa molto.

[Fonte: iPhoneitalia]


L’undici giugno Apple terrà l’annuale conferenza di apertura del WWDC 2012 in cui l’azienda di Cupertino svelerà le ultime novità per iOS e OS X, riservando magari qualche sorpresa anche sul fronte dell’hardware (iTV/iPanel). L’attenzione degli iPhone-users è ovviamente puntata su iOS 6: Apple dovrebbe infatti svelare al mondo le novità del prossimo aggiornamento ‘major’ del suo sistema operativo mobile. Vi abbiamo già proposto quelle che, a nostro parere, potrebbero essere le novità di iOS 6 e esattamente come voi non vediamo l’ora di poterle provare sui nostri dispositivi. Ma iOS 6 sarà disponibile per tutti i dispositivi? Non lo sappiamo, ma la tradizione osservata da Apple negli ultimi anni ci porta a pensare che iOS 6 non sarà disponibile per iPhone 3GS.

È stato così con il firmware 3.0 e con l’iPhone di prima generazione; è stato così con l’iPhone 3G e con iOS 5. iOS 6 potrebbe non arrivare mai su iPhone 3GS. Non perché questo terminale non sia più in grado di gestire il nuovo sistema operativo, ma semplicemente per una questione di marketing. Per invogliare i clienti ad acquistare un dispositivo più recente, sia questo un iPhone 4S o il “nuovo iPhone” che verrà presentato entro fine anno, al fine di poter beneficiare di tutte le novità di iOS 6.

Lanciato nel 2009 assieme all’iPhone OS 3.0 (una volta si chiamava così), l’iPhone 3GS è stato senza dubbio uno dei migliori iPhone di sempre. Rispetto al predecessore, l’iPhone 3G, il 3GS risultava sensibilmente più veloce (la “S” nel nome stava proprio per “Speed”), consentiva la registrazione dei video ed è stato il primo iPhone ad implementare il magnetometro e il Controllo Vocale.

Con il rilascio di iOS 4, l’iPhone 3GS ha ottenuto il Multitasking (quella funzione che permette di eseguire più applicazioni nello stesso momento), la possibilità di organizzare le applicazioni in cartelle, gli sfondi nella schermata Home e tante piccole novità che hanno migliorato e completato l’iPhone di terza generazione. Infine, con iOS 5, sono sbarcati su iPhone 3GS il Centro Notifiche (con il nuovo sistema di notifiche “Banner”), iMessage, e logicamente iCloud.

Con iOS 5.1 l’iPhone 3GS dovrebbe aver concluso il suo ciclo vitale che è durato ben tre anni: in questi tre anni l’iPhone 3GS ha ottenuto tantissimi riconoscimenti e ancora oggi è senza dubbio uno degli smartphones più ricercati grazie al costo contenuto e alle funzionalità che è in grado di offrire agli utenti. Pochi altri telefoni sono ancora così richiesti dopo tre anni dal lancio.

Ovviamente le nostre sono solo supposizioni, in parte motivate dalle scelte compiute da Apple negli ultimi due anni, ma nel 2012 la storia potrebbe cambiare e nulla ci vieta di pensare che iOS 6 arriverà anche su iPhone 3GS.

E adesso, per i più romantici, riproponiamo la nostra video recensione dell’iPhone 3GS realizzata nel 2009 a pochi giorni dall’inizio delle vendite di questo terminale.

Nota: oltre all’iPhone 3GS, anche l’iPod touch di terza generazione potrebbe non supportare il nuovo iOS 6.


 

Dispositivi compatibili:

  • iPhone 4;
  • iPhone 3GS;
  • iPod Touch 3G;
  • iPod Touch 4G.
Guida:

Tutto quello che dovrete fare è installare un semplice tweak da Cydia il quale installa completamente Siri sul vostro Device. Questo tweak prende il nome di SiriPort e, per poterlo installare dovete aggiungere la seguente repo su Cydia:

http://repo.siriport.ru

Dopo aver aggiunto la nuova repo, basterà solo cercare il tweak SiriPort e installarlo. Ovviamente il Tweak è completamente gratuito.

Fatto questo, dopo un riavvio del dispositivo dovete aprire Safari Mobile e scaricare il certificato che si trova a questo indirizzo:

http://siriport.ru/1.crt

Anche se sul certificato c’e la scritta non attendibile, installatelo ugualmente non ci sono problemi. Poi fate un altro riavvio e recatevi nelle impostazioni generali. Troverete la voce SIRI, che va selezionata e attivata con la vostra lingua preferita (sperando che arrivi presto l’italiano). Infine, per richiamare Siri, dovete tenere premuto il tasto home per far accendere SIRI , e farle una prima domanda qualunque o  semplicemente salutarla. È molto probabile che al primo o i primi tentativi vi dirà che non può connetterei a un server per fare il suo lavoro. Se non riuscite a connettervi, attendete qualche secondo e riprovate.

Nel caso in cui il Server non risponde, provate in questo modo:

  • Aprite iFile e andate in /var/mobile/Library/Preferences
  • Cancellate il file com.apple.assistant.plist
  • Riavviate
  • Aspettate 5 minuti
  • Aprite ancora iFile e vedrete che il file che avete cancellato si è ricreato, cliccate sulla freccia blu accanto al nome e controllate il proprietario e il gruppo siano mobile, poi settate i permessi di accesso per Gruppo e Generali in Lettura e scrittura
  • Riavviate
  • Aspettate 5-10 minuti
  • Premete il tasto home per avviare siri, dite hello siri e vi dara errore, aspettate un minuto SENZA cliccare il tasto home (vi consiglio di disabilitare l’autolock) e riprovate ancora 2 o 3 volte sempre ad intervalli da un minuto circa.

All’interno della repo, è disponibile anche un tweak indirizzato a tutti i possessori di un iPhone 4S i quali vogliono “donare” le proprie chiavi per permettere agli utenti di utilizzare Siri. Il Tweak prende il nome di SiriUp e invia in automatico le chiavi una volta installato.