Azioni legali contro RIM

Pubblicato: 28 ottobre 2011 in Blackberry
Tag:, ,

Research in Motion, società canadese produttrice del Blackberry, non sta attraversando un periodo facile. Dopo i disagi che hanno subito recentemente i possessori di smartphone Blackberry e il successivo crollo del titolo in Borsa, dovrà affrontare azioni legali  in Canada e negli Stati Uniti.

A metà ottobre, un blackout di tre giorniha danneggiato fino al 50 per cento dei 70 milioni di utenti che utilizzano il dispositivo in tutto il mondo. A causa del disservizio i clienti non sono riusciti ad accedere alla casella si posta elettronica, alla connessione a Internet e al servizio Messenger.

Secondo quanto riportato dal blog di tecnologia ZdNet, ieri un gruppo di consumatori californiani ha depositato un’istanza contro Rim presso la corte federale di Santa Ana. Secondo i documenti presentati in tribunale, con azione collettiva, Rim, che «in California guadagna almeno 3,4 milioni di dollari al giorno», non ha rispettato i termini del contratto con i clienti, si è comportata in modo negligente e si è arricchita indebitamente ai danni dei clienti che hanno subito il disservizio.

Lo stesso giorno contro Rim è stata avviata un’altra azione legale collettiva, proprio in Canada. La causa è stata depositata presso la corte superiore del Quebec dalla parte dei clienti canadesi di Blackberry. Secondo l’istanza l’azienda «ha fallito nel compensare adeguatamente gli utenti del BlackBerry» e deve «assumersi la piena responsabilità dei danni».


Rim ha deciso di rimandare a febbraio il lancio del nuovo sistema operativo per il tablet PlayBook, presentato in aprile con scarso successo. «Anche se vorremmo presentarlo prima, abbiamo preso la difficile decisione di rimandare finché non saremo certi di non deludere le attese di sviluppatori, aziende e utenti», si legge sul blog della società. I fan si aspettavano il lancio di PlayBook Os 2.0 la settimana scorsa, in occasione di una conferenza a San Francisco, ma dovranno aspettare fino all’anno prossimo. Tra le novità del sistema operativo in arrivo, la più attesa è la piena compatibilità con le applicazioni di Android, il sistema operativo di Google, che amplierà la scelta a disposizione dei possessori del tablet realizzato da Rim.

Annunci

I commenti sono chiusi.