WhatsApp vs iMessage

Pubblicato: 19 ottobre 2011 in Iphone

Una delle maggiori e più importanti novità introdotte da Apple con iOS 5 è senza dubbio iMessage. L’applicazione di messaggistica istantanea gratuita secondo Apple. La classifica delle applicazioni a pagamento, su AppStore, da oltre un anno è stata dominata da un’altra applicazione eccezionale di messaggistica, sto parlando di Whatsapp (per alcuni giorni in  offerta gratuita, ora è tornata a pagamento). Fino all’uscita di iOS 5, Whatsapp era un’applicazione praticamente indispensabile per tutti i possessori di un iPhone (e non solo), ma oggi tale dominio pare messo in discussione. Vediamo quindi nel dettaglio.

Acquistai Whatsapp oltre un anno fa su consiglio di un amico e da quel giorno la mia ricarica telefonica dura molto di più facendomi così risparmiare parecchi soldi, favorito anche dal fatto che la maggior parte delle persone che conosco, e che possiedono un iPhone, hanno installato Whatsapp. Come dicevo, un applicazione immancabile ed a mio avviso fantastica.

In quest’ultimo anno ho notato lo strapotere di tale applicazione nella classifica dell’App Store, sempre al primo posto. Ma ho notato anche un’altra cosa…
Dal giorno in cui Apple ha reso disponibile iOS 5, quindi anche iMessage, Whatsapp è diventata improvvisamente gratuita. Non era mai successo prima e non c’era neanche motivo per la quale Whatsapp venisse distribuita gratuitamente, perchè come dicevo in un anno non ha mai subito cali nella vendita.
Oggi però qualcosa sembra cambiato o qualcosa, forse, comincia a preoccupare gli sviluppatori si Whatsapp e questa preoccupazione si chiama iMessage.

Prima di tutto è bene fare un confronto tra le due applicazioni.

Con Whatsapp è possibile fare ed inviare, sfruttando la rete dati cellulare o la rete Wi-Fi, messaggi di testo, note audio, video e immagini, condividere i contatti e condividere la propria posizione. Inoltre ha alcune personalizzazioni quali l’elenco dei preferiti, lo sfondo della chat personalizzabile, il proprio stato e vari tipi di impostazioni tra cui font, privacy e altro ancora. Insomma, tanta roba!

iMessage invece vanta di opzioni decisamente inferiori rispetto al suo rivale, infatti, tra tutte le possibilità di Whatsapp appena elencate, può solamente (si fa per dire) inviare messaggi di testo, scattare ed inviare foto e video.

Allora perchè iMessage dovrebbe essere una minaccia per le vendite di Whatsapp?
Semplice, iMessage è nativo! iMessage è in grado di riconoscere tra i nostri contatti chi possiede un iPhone, un iPad o un iPod Touch con installato iOS 5, di conseguenza cambierà automaticamente la modalità di invio tra Messaggio SMS e Messaggio iMessage. Insomma, Whatsapp fa la stessa cosa riconoscendo chi usa lo stesso Whatsapp ma la diffusione di iMessage potrà essere superiore alle vendite di Whatsapp se consideriamo quanti iDevice sono in circolazione e considerando che prima o poi tutti passeranno ad iOS 5.

Attualmente io continuo ad utilizzarle entrambe e così credo sarà sempre, ma confrontando le due app posso dire che funzionano tutte benissimo. Forse Whatsapp risulta un pò più veloce nell’invio dei messaggi e come detto ha opzioni in più.

Spero che in aggiornamenti futuri Apple decida di implementare nuove funzioni e opzioni al loro iMessage in quanto le potenzialità ci sono tutte.
La mia conclusione al momento è in parità. Whatsapp ha diverse funzionalità aggiuntive, e non dimentichiamo che è multi piattaforma, ma iMessage è nativo su tutti i dispositivi Apple e questo non è un aspetto da poco che sicuramente farà inevitabilmente calare le vendite di Whatsapp su App Store. Io credo comunque che tutto questo viene a nostro vantaggio, in quanto abbiamo tra le mani un altro mezzo che ci permette di risparmiare soldi e che metta in difficoltà le compagnie telefoniche, magari costringendole ad abbassare le loro tariffe…

Godiamoci quello che ci viene offerto e fateci sapere cosa ne pensate a proposito e quale tra le due applicazioni preferite.

[Fonte IphoneItalia articolo di Luca Allievi]

Annunci

I commenti sono chiusi.